Abiti caldi per le comunità thai kayin

Un viaggio solidale verso le montagne

Nell’aprile del 2007 tutta Campiglio e diversi amici della Val Rendena, con l’aiuto prezioso dell’attivo Gruppo Missionario, hanno preparato 54 scatoloni di ottimi indumenti caldi e occhiali da vista per gli abitanti delle tribù di montagna di Mae Yam. Anche il gruppo Moses di Bologna, capitanato dall’instancabile volontaria Emma Baietti, ha preparato 23 scatoloni con maglioni, giacche a vento e berretti.

Tutto è stato spedito nei giusti tempi perché arrivasse per il Natale, per affrontare i primi freddi, ma come spesso accade qualche ritardo doganale ha fatto slittare l’arrivo a Bangkok, e successivamente a Chom Thong, di qualche giorno perché ai doganieri gli indumenti sono parsi troppo belli per essere frutto di un regalo. Quindi dopo qualche dichiarazione burocratica tutto si è sbloccato e arrivando a destinazione per la Festa dei bambini locale.

Sono stati “sguinzagliati” i camioncini per le montagne, 10 villaggi hanno beneficiato della bella sorpresa e per l’occasione è stato organizzato un centro di distribuzione a valle.
Lo stupore delle comunità thai kayin è stato grande, come l’emozione di avere, inaspettatamente un abbraccio caldo dalla lontana Italia!

Ora tanti bambini dormono con le tute da sci dei nostri figli, tante donne, tante nonnine  e tante famiglie affronteranno il freddo inverno più facilmente indossando sui loro abiti tradizionali, poveri ma variopinti, le calde giacche e i bellissimi maglioni, quelli che sono per noi gli abiti tradizionali nei lunghi inverni occidentali.

social position

Condividi questo post