Scuola della pioggia

Scuola della Pioggia – SAIN DIN

Sain Din è un piccolo villaggio del Rakhine State con le casette di bambù intrecciato e legno, dipinte con colori vivaci e benaugurali.

Sain Din è una comunità dove ogni genitore ha una storia da raccontare: tutte le mattine, ogni mamma vede partire il proprio figlio con la preoccupazione di quello che potrebbe accadere durante il suo tragitto per andare a scuola. Sì, perché a Sain Din non c’è un polo scolastico e i bambini che vogliono imparare devono andare tutti insieme alla scuola di Ivano Albertazzi, a Sho Me, al di là del fiume Lemro. Il loro viaggio, quotidiano, avviene su piccole e instabili barche a remi, condotte dai bambini più grandi, troppo inesperti per navigare e gestire i compagni più piccoli.

Il tragitto per risalire il fiume e poi attraversarlo dura più di mezz’ora ogni giorno, sia all’andata che al ritorno. Se questo percorso é già difficoltoso durante la stagione migliore, nella stagione delle piogge è davvero un’avventura

Bisogna sempre ricordare l’andamento climatico del Rakhine State, in Myanmar: il monsone porta per sei mesi l’anno la pioggia, e con essa lunghi periodi di piena del fiume Lemro.

Raggiungere la scuola di Ivano diventa praticamente impossibile. La storia di chi ha provato ad affrontare le intemperie stagionali non ha avuto, a volte, un lieto fine.

Fiume Lemro - Sain Din

La storia di Sain Din, la preoccupazione di ogni genitore e il coraggio di questi giovanissimi allievi sono ciò che ha spinto Moses Onlus a costruire la Scuola della Pioggia.
Così, da giugno 2016 la nuova struttura scolastica, progettata e realizzata da Moses con il contributo dei suoi sostenitori, è stata inaugurata per il primo semestre dell’anno didattico birmano. La Scuola della Pioggia resta aperta per tutto il tempo di inagibilità del fiume, coordinandosi con la programmazione della scuola di Sho Me. Al momento accoglie 25 bimbi delle elementari desiderosi di imparare: un grande risultato per le condizioni economiche e sociali della zona.

Guarda la video-presentazione

L’intervento di Moses per Sain Din:

  • Fornitura e trasporto di materiale per l’edificazione della struttura, difficile da reperire in loco
  • Realizzazione e gestione della scuola
  • Creazione di una rete di collaborazione scolastica nel Rakhine State, nei piccoli villaggi di etnia Chin.
  • Coinvolgimento e retribuzione di figure qualificate quali un ingegnere, due insegnanti, un coordinatore scolastico per facilitare la realizzazione e la gestione degli interventi.
  • Monitoraggio costante e attendibile delle attività da parte di un collaboratore locale.

L’istruzione in Myanmar è un bene prezioso, non scontato, una conquista da cogliere.

Il villaggio di Sain Din è un’enclave di etnia Chin, come Sho Me; la comunità è formata in eguale percentuale da “villaggeri” buddisti e cristiani, che vivono principalmente di agricoltura.

Nel periodo del raccolto spesso i bambini contribuiscono alla sussistenza familiare aiutando i genitori nei campi, tralasciando così la scuola, specie se si trova in una posizione scomoda e difficile da raggiungere.

Con l’apertura di un polo scolastico sicuro si contribuisce ad un accesso più continuativo alla scuola, migliorandone la frequenza e la partecipazione.

social position

Condividi questo post